23. – 24.09.2022 Tra ammirazione e conflitto. Carducci e il mondo tedesco

Il convegno di studi Tra ammirazione e conflitto. Carducci e il mondo tedesco si svolgerà nei giorni 23-24 settembre 2022 presso l’Accademia di studi italo-tedeschi di Merano (BZ).

L’opera e la figura di Giosue Carducci (1835-1907) hanno profondamente segnato la cultura italiana, sia sotto il profilo politico – fu designato come il “vate della Terza Italia” – che su quello letterario; senza dimenticare i decisivi apporti come studioso e autorevole insegnante dell’Università di Bologna. L’importanza di Carducci ha trasceso i confini nazionali, suscitando vasta eco in Europa, come dimostra il Premio Nobel assegnato nel 1906. In questa prospettiva grande importanza hanno assunto i rapporti con il mondo tedesco, i quali hanno toccato diversi ambiti; quello politico, innanzitutto, e poi quello letterario (specialmente con gli studi e le traduzioni di Heinrich Heine) e storico-filologico. Il convegno di studi meranese vorrebbe indagare appunto questi ambiti, coinvolgendo i maggiori studiosi di Carducci e chiedendo anche l’apporto di specialisti d’oltralpe e accademici di lingua tedesca. La finalità dell’iniziativa scientifica potrebbe sintetizzarsi in tre principali filoni di ricerca: (1) porre l’attenzione su Carducci come uno degli artefici dell’identità culturale italiana; (2) approfondire il dialogo e il confronto culturale con il mondo tedesco; (3) porre l’attenzione sulle traduzioni italiane di Heine da parte di Carducci e della sua cerchia. 

Direzione scientifica:

Alberto Brambilla (ELCI, Paris-Sorbonne)

John Butcher (Accademia di Merano)